L’Istituto Sperimentale Italiano Lazzaro Spallanzani è un istituto di diritto privato, riconosciuto giuridicamente con Regio Decreto il 29 novembre 1941, impegnato nella ricerca e nei servizi principalmente in ambito di biotecnologia della riproduzione, finalizzata alla selezione animale.

Con il D.Lgs 454/99 l’Istituto Spallanzani afferisce stabilmente al Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura “… quale Istituto che svolge attività di rilevante interesse pubblico nel campo della ricerca sulla riproduzione e selezione animale …”. L’Istituto è inoltre riportato nel sito WEB del MIPAAF fra gli Istituti di Ricerca.

La sede legale è a Milano in via San Barnaba 32. La sede operativa principale è a Rivolta d’Adda (CR) con la presidenza, la direzione, l’amministrazione ed i seguenti laboratori: seminologia e citometria, criobiologia, embriologia e citogenetica, acquacoltura, genetica molecolare, qualità dei prodotti di origine animale e cosmetologia. Il laboratorio di proteomica è operativo presso l’Università di Milano, Dipartimento di Scienze Veterinarie e Sanità Pubblica (DIVET).

L’attività di ricerca dell’Istituto ha contribuito, negli anni, alla crescita di conoscenze fondamentali per l’evoluzione del comparto zootecnico lombardo e nazionale; la sicurezza delle produzioni zootecniche e lo sviluppo del settore sono sempre maggiormente connessi ad un’attività di ricerca scientifica in cui l’Istituto è uno dei riferimenti nazionali.
L’Istituto, infatti, ha finalità di ricerca scientifica, di sperimentazione e di servizi nel campo delle tecnologie della riproduzione applicate alla selezione degli animali domestici. L’attività è incentrata su tecniche di embriologia sperimentale, citofluorimetria, seminologia, criobiologia, acquacoltura, genetica molecolare, genomica, proteomica e cosmetologia.

Gli ambiti principali di attività fanno riferimento a: riproduzione animale, selezione genetica compreso lo studio della resistenza alle malattie, genetica di popolazioni, bioinformatica e statistica, sicurezza alimentare dei prodotti di origine animale, biotecnologie sulle microalghe, acquacoltura, tossicologia ed antibiotico resistenza, cosmetologia. E’ inoltre coinvolto in attività di tipizzazione e caratterizzazione genetica di specie in via di estinzione e di tracciabilità degli alimenti di origine animale. Le specie d’interesse spaziano dai mammiferi domestici ai pesci ed alle api. I progetti di ricerca che lo coinvolgono sono finanziati dalla Regione Lombardia, dal MiPAAF, dal MIUR e dall’Unione Europea e sono condotti in collaborazione con importanti enti nazionali ed internazionali, quali le Università di Milano, Padova, Pavia, Sassari e Piacenza, la Scuola Normale Superiore di Pisa, gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, l’Associazione Italiana Allevatori, il Parco Tecnologico Padano, il CNR e l’ENEA.

A livello nazionale l’Istituto esegue, secondo decreti ministeriali, il Controllo Ufficiale del Seme animale congelato prodotto e/o importato in Italia, in cui è prevista la verifica della corretta autocertificazione e della corretta identificazione (DM 403/00 e DM del 27.12.94).  Il sistema di gestione di tale attività di controllo è certificato dal 2010 secondo la Norma Internazionale UNI EN ISO 9001:2008 (Registrazione N. 0915474).

Tra gli scopi statutari dell’Istituto è inoltre compresa attività di progettazione ed erogazione di corsi di alta formazione in ambito veterinario, agro-zootecnico e biologico applicato. Tale attività formativa è certificata dal 2010 secondo la Norma UNI EN ISO 9001:2008 (Registrazione N. 1015593).

Presso l’Istituto lavorano più di trenta persone fra ricercatori, tecnici e personale ausiliario.

La sede legale è a Milano mentre quella operativa è a Rivolta d’Adda (CR) con la Presidenza, la Direzione, l’Amministrazione ed i Laboratori di Seminologia con Citometria e Criobiologia, Embriologia con Citogenetica, Genetica Molecolare, Qualità e Sicurezza degli Alimenti. In convenzione con l’Università di Milano e’ operativo un laboratorio di Proteomica. Tutti i laboratori sono dotati delle più moderne attrezzature. Sono inoltre presenti ricoveri per piccoli ruminanti e suini, un moderno impianto sperimentale di acquacoltura di 1000 mq.

Più in dettaglio nella sede di Rivolta d’Adda sono presenti:

  • Settore Riproduzione e Selezione con i laboratori di Seminologia, Embriologia, Citometria, Criobiologia e Citogenetica in cui vengono sviluppate tutte le attività di ricerca e di servizio in ambito riproduttivo per la maggior parte delle specie di interesse zootecnico.

  • Settore Acquacoltura interamente dedicato alla ricerca applicata di nuove tecnologie sia per specie di acqua dolce che marina, finalizzate all’applicazione di schemi di selezione. L’impianto occupa una superficie di 1.000 mq, con sistemi a circuito chiuso (24 vasche da 5 mq e 210 vasche da 0,2 mq). Il settore è impegnato sullo studio e la utilizzazione delle microalghe anche in ambito zootecnico ed a tal fine dispone di un moderno laboratorio dedicato.

  • Settore Qualità e Sicurezza delle Produzioni con il Laboratorio Qualità dei Prodotti che si occupa dello studio della qualità, tipicità e sicurezza dei prodotti di origine animale.

  • Laboratorio di Genetica Molecolare, trasversale a tutti i settori, dove le biotecnologie e la genomica trovano applicazione nello sviluppo delle attività di ricerca e di servizio. Il laboratorio è dotato di due sequenziatori capillari ed un sistema OpenArray per l’utilizzo di chip di SNP a bassa densità.

  • Settore cosmetologico, con due laboratori di microbiologia e di chimica analitica.

Nella sede di Milano il Laboratorio di Proteomica (presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie e Sanità Pubblica) è coinvolto in numerosi progetti di ricerca nazionali ed europei.

A livello di ricerca le principali linee riguardano lo sviluppo di nuove metodiche/protocolli in ambito di: seminologia, criobiologia, caratterizzazione/predizione della fertilità maschile, rintracciabilità genetica a livello di animale, caratterizzazione/tipizzazione di prodotto e resistenza alle malattie. Le specie d’interesse spaziano dai mammiferi domestici ai pesci ed alle api.

L’Istituto è stato ed è titolare di contratti di ricerche finanziati dall’Unione Europea, dal MiPAAF, dal MIUR e dalla Regione Lombardia su tecniche di riproduzione animale e di genetica molecolare, soprattutto al fine della loro applicazione negli schemi di selezione e di caratterizzazione dei prodotti di origine animale.

L’attività di ricerca dell’Istituto si concretizza negli anni con numerose pubblicazioni di lavori scientifici su riviste nazionali ed internazionali indicizzate, alle quali si aggiungono presentazioni a congressi e workshop, e con l’attività di revisione di lavori scientifici richiesta da riviste scientifiche internazionali.

A livello di servizio l’attività dell’Istituto riguarda anche il controllo di qualità seminale eseguito per centri di produzione seme di diverse specie, lo studio genetico di popolazioni applicato a razze di cani e lo sviluppo di indici genetici per la resistenza alle malattie nei pesci.

L’Istituto detiene inoltre brevetti nazionali ed internazionali sulla crioconservazione dello sperma di pesce, sul sessaggio degli spermatozoi bovini e su altre biotecnologie applicate.