Rivolta d’Adda 11 febbraio 2019 – L’Istituto Spallanzani sarà presente ad Aquafarm 2019, la terza edizione della mostra-convegno internazionale dedicata interamente all’Acquacoltura, Algocoltura, Molluschicoltura e Industria della pesca. La manifestazione, che si terrà a Pordenone dal 13 al 14 febbraio, è “un evento internazionale di due giorni dedicato e riservato agli operatori del settore dell’acquacoltura sostenibile euro-mediterranea, una delle attività di produzione alimentare con il tasso di crescita più alto in tutto il mondo, che fornisce il 46% della quantità totale di pesce consumato e sta superando la pesca d’altura come fonte di approvvigionamento. Inoltre, utilizzando criteri di sostenibilità, l’acquacoltura potrebbe diventare l’attività zootecnica più vantaggiosa per quanto riguarda il rapporto tra prodotto utilizzato e il prodotto ottenuto”.(Aquafarm.it).

L’Istituto, sarà presente nella sessione “I Benefici delle Alghe” con un intervento dal titolo “Ingredienti sostenibili per la produzione di mangimi in acquacoltura”. Le biomasse microalgali rappresentano una fonte di nutrienti alternativa per la produzione di mangimi per acquacoltura. Lo scopo dello studio è stato lo sviluppo di una bioraffineria a base di microalghe integrata e sostenibile da cui produrre una biomassa utilizzabile per il settore mangimistico, utilizzando acqua e sostanze nutritive recuperate dal comparto agro-zootecnico, allo scopo di rendere il settore dell’acquacoltura più sostenibile. Dati preliminari su gruppi di giovanili di storioni (Acipenser baaeri) mostrano che le diete sperimentali a base di differenti specie microalgali presentano buona appetibilità e performance zootecnica. Le metodiche presentate sono finalizzate alla mitigazione dell’impatto dei reflui agro-zootecnici in aree ad alta vocazione agricola e alla successiva valorizzazione nell’ambito della produzione di bioplastiche e di biogas. Le attività sono sviluppate nell’ambito di due importanti progetti: ‘Il Polo delle Microalghe e ‘Sabana’. 

Nella sessione Avannotteria: selezione genetica e alimentazione, L’Istituto sarà presente con un intervento dal titolo: “Trota marmorata (Salmo marmoratus): Creazione di una criobanca del seme a tutela della specie”. La crioconservazione dei gameti maschili in acquacoltura può presentare notevoli vantaggi in differenti applicazioni legate alla riproduzione quali, la gestione dei riproduttori in allevamento, la conservazione della risorsa genetica e il mantenimento della biodiversità. A tal proposito, l’Istituto Spallanzani ha messo a punto un protocollo di crioconservazione del seme di riproduttori puri di trota marmorata che ha permesso la creazione di una preziosa criobanca quale utile strumento finalizzato alla conservazione di questa specie ad elevato rischio di estinzione.